Correva l’anno 2009 ed ero Presidente di un’associazione sportiva dilettantistica con sede a Sassari: il Q-Zar Laser Game.

Aperta a Febbraio 2008, in un anno e mezzo (a metà 2009 circa) contava oltre 5000 iscritti (!!).

Ovviamente, in pieno boom Facebook, non potevamo esimerci da aprire la nostra Fanpage!

Abbiamo raggiunto livelli impensabili: in quell’anno e mezzo abbiamo raggiunto circa 9000 fans profilati in modo organico (senza campagne pubblicitarie) da tutta la Sardegna.

Un successo S-T-R-E-P-I-T-O-S-O!

Al che i signori di Facebook hanno deciso che la nostra pagina violasse le loro linee guida… e puuffffff!!! Cancellata senza preavviso!

COSA???

“Un utente ha segnalato la pagina, abbiamo controllato e siamo costretti a cancellarla in quanto non rispetta le nostre linee guida. La pagina inneggia alla violenza e alla guerra”

Ripeto: COSA???

Se non conosci il Q-Zar Laser Game fai una semplice ricerca su Google.

Si tratta si un GIOCO PER RAGAZZI molto divertente!

Ma Facebook non la pensava così.

Abbiamo fatto di tutto per riattivare la pagina senza successo. Ci è crollato il mondo addosso

E siccome quella pagina era l’unico aggancio con i nostri contatti… Veniva usata per il marketing diretto (i contatti erano tutti in target, promozioni, pubblicazione foto, creazione squadre, etc)

AVEVAMO PERSO TUTTO.

L’errore più grande? Di sicuro NON quello di affidarci a Facebook, ma quello di affidarci SOLO a Facebook.

Ovviamente abbiamo ricreato la pagina con un altro nome ma oramai il danno era fatto. 🙁

Da questa esperienza ho capito alcune cose (torniamo al discorso eCommerce visto che è il mio lavoro principale):

Perché dovresti aprire un eCommerce?

Te lo dico in poche parole: per veicolare facilmente le persone a fare acquisti online.

Molti negozianti (lo faccio anche io ovviamente) usano piattaforme social per proporre i loro prodotti. È normale.

Però, oltre ad essere non troppo professionale, siamo legati ai signori dei social che fanno il buono e cattivo tempo.

Tieni sempre a mente che Facebook è uno strumento e non un eCommerce, facente parte di un sistema di Web Marketing pubblicitario molto ampio.

Facebook ha cambiato diverse volte il modo di visualizzare i post e la timeline.

Se basi tutta la strategia sulla loro azienda e un bel giorno si svegliano la mattina e decidono che le imprese Italiane (magari gli siamo diventati antipatici) non possono più mettere prodotti in vendita… fregato! Oppure decidono che la tua pagina vìola qualche cosa -come è successo a me che hanno chiuso la pagina con oltre 9000 fans attivissimi- sei fregato anche in quel caso.

Non solo: i potenziali clienti, per trovarti, devono avere un giro di amici che arrivano alla tua pagina in qualche modo, con un mi piace o una condivisione o un amico in comune o…

La procedura giusta è la seguente: usare i social e i motori di ricerca per pubblicizzare i tuoi prodotti e poi spingerli a perfezionare l’acquisto direttamente sul tuo eCommerce.

In questo modo si elimina anche quella parte di rotture di scatole da parte dei clienti che ti chiamano per sapere se hai quel prodotto disponibile, quanto costa, etc e hai la possibilità di fidelizzare i clienti tramite mailing list e/o voucher automatici, etc.

Sul tuo eCommerce, essendo un negozio completo, c’è sempre spiegato tutto!

Inoltre Google e tutti gli altri motori di ricerca indicizzano regolarmente i siti eCommerce quindi si aprono nuovi canali online! Esiste anche Google Shopping per mettere in mostra i tuoi prodotti.

Chi cerca qualcosa su Google è spinto da una reale necessità, cioè sta attivamente cercando qualcosa ed è mosso dalla necessità di soddisfare un bisogno.

Facciamo un esempio: sono a Sassari e cerco un negozio di abbigliamento per bambini. Vado su Google e cerco “abbigliamento per bambini Sassari”. Se hai il tue eCommerce online con una buona indicizzazione SEO, apparirà tra i risultati di questo potenziale cliente ed il gioco è fatto!

La stessa cosa non accadrebbe su Facebook. Tendenzialmente su FB la gente non va a cercare le cose perché le cerca su Google.

In questo modo se i Boss di Facebook (o un altro social) un bel giorno dovessero impazzire, non avrai problemi in quanto non hai la visibilità tua azienda solo nelle loro mani e tu potrai continuare a vendere i tuoi prodotti tranquillamente.

Pensaci… non farti fregare.

Un abbraccio, Ignazio.

Enjoy your Business!